M5S Sassari: “Pronti a dialogare sul Baratto amministrativo”

logo

“Nel 2015 il consiglio approvò all’unanimità la mozione protocollata dal Movimento 5 Stelle in materia di Baratto amministrativo. Si tratta di un patto di collaborazione tra l’amministrazione e il cittadino attraverso il quale, al cittadino in una reale condizioni di difficoltà economica, viene offerta la possibilità di restituire gli importi dovuti all’Amministrazione (TARI – TASI – IMU) mediante servizi alla collettività: interventi di pulizia, manutenzione, abbellimento di aree verdi, piazze, strade e opere di decoro urbano”. In una nota, il MoVimento 5 Stelle Sassari ricorda tutte le tappe del Baratto amministrativo in consiglio comunale, dalla prima volta che gli esponenti del partito hanno avanzato la proposta.

“Uno strumento prezioso ma certo complesso quello del baratto amministrativo, che richiede perciò un’attenta valutazione. I Consiglieri Cinque Stelle impegnarono Sindaco e Giunta al vaglio di specifici fattori che ne avrebbero determinato la fattibilità: la copertura finanziaria dei mancati introiti, un’accurata selezione dei beneficiari, un’adeguata formazione delle persone coinvolte e uno specifico regolamento comunale che ne definisse chiaramente criteri e modalità. Tuttavia fu proprio a causa di quel mancato assolvimento all’impegno del Sindaco e della sua Giunta che il ‘baratto amministrativo’ non fu mai concretizzato, ma venne anzi superato, col tempo, da nuove norme e disposizioni in materia”.

“Nel 2019 – viene precisato – la scorsa amministrazione elaborò il Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni e urbani’: un documento creato sulla falsa riga della mozione 5 Stelle, ma con un testo confuso e poco dettagliato, che anziché rifarsi alla proposta di qualche anno prima escludeva criteri di valutazione invece imprescindibili, ma che registrammo comunque come un piccolo passo avanti”.

“Ad oggi i consiglieri di Futuro Comune tornano sul Baratto amministrativo, su quell’idea utile e solidale che crea un asse tra pubblico e privato che è stata approvata nel 2015 e poi stravolta nel 2019. Sarebbe utile comprendere le ragioni per cui il ‘baratto amministrativo’ non vide la luce nel momento in cui poteva assumere il significato più pieno del patto con il cittadino. Allora come oggi il Movimento 5 Stelle è pronto a discutere e approfondire proposte nell’interesse della comunità, la quale verrà sempre al primo posto”, conclude il comunicato.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.iltamburino.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326