Il Gremio degli Autoferrotranvieri ammesso alla Faradda

faradda sassari

Il Consiglio comunale di Sassari ha approvato poco fa la partecipazione del Gremio degli Autoferrotranvieri alla Faradda.

Una decisione storica che permette al Gremio, fondato nel 1938 e che dal 2012 prende parte alla processione del 15 agosto, di partecipare allo scioglimento del voto dell’Assunta il 14 agosto.

Particolarmente sentite ed emozionanti gli interventi dei consiglieri Marco Dettori, Andrea Desole e Sebastiano Toschi Pilo, che fanno parte rispettivamente dei Gremi dei Macellari, Autoferrotranvieri e Viandanti.

Il sindaco Nanni Campus ha descritto i cambiamenti al regolamento della Discesa dei Candelieri, che dalla prima edizione utile, senza le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, verrà aperta proprio dal Gremio degli Autoferrotranvieri, che quest’anno scioglieranno il voto con la sola bandiera piccola.

Il Gremio, fresco di nomina, ha così commentato il voto in consiglio comunale: “È la meta conclusiva di un lungo percorso di crescita ed arricchimento, ma allo stesso tempo non privo di difficoltà oggettive, che anni orsono abbiamo intrapreso in compagnia degli altri Gremi dell’Intergremio. Grazie al loro supporto costante siamo arrivati a questo storico appuntamento, pur se in un clima mesto dovuto alla contingenza della situazione pandemica.

Consapevoli del ruolo acquisito all’interno della comunità gremiale, sentiamo di dover dare testimonianza della nostra religiosità in nome e per conto del popolo sassarese: facciamo infatti parte di quelle categorie di mestiere che continuano a perpetuare le tradizioni religiose che appartengono alla nostra cultura cittadina, con la responsabilità di unire la storia del passato alla realtà ed al vissuto attuale.

Spinti dall’invito fattoci dagli altri Gremi attraverso la Commissione Storica dell’Intergremio, abbiamo messo in atto tutta una serie di attività per poter così unirci al resto della comunità gremiale nello storico omaggio alla Vergine Assunta.

Con l’approvazione prima da parte della Commissione Paritetica composta dai rappresentanti dell’Amministrazione, della Curia e dell’Intergremio e oggi dello stesso Consiglio Comunale inizia per noi, insieme agli altri Gremi cui va il nostro più sincero ringraziamento, una nuova storia di devozione. La nostra partecipazione alla Faradda sia il riflesso della fede che dal passato più remoto si testimonia con rinnovato fervore anche nel presente e si concretizza in un rito ed un’offerta che riunisce in un’unica voce tutte le realtà cittadine“.
Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.iltamburino.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326