Pedoni (FdI): “Le strade di Sassari sempre meno sicure e più pericolose”

incidente sassari tanit

“L’ultimo incidente di alcuni giorni fa sulla Buddi Buddi, strada nella quale ho segnalato nei giorni scorsi, il furto dello specchio parabolico e ancora non ripristinato, è l’ennesima situazione di pericolo per pedoni e automobilisti che si legge ormai di frequente sulle cronache, oltre alle numerose segnalazioni che arrivano al nostro partito. Tra le cause principali, la scarsa manutenzione del manto stradale, la poca illuminazione o la segnaletica in alcuni punti addirittura inesistente”. Lo dichiara Pietro Pedoni, responsabile della Comunicazione del circolo Audax di Fratelli d’Italia Sassari.

“Criticità – aggiunge – che troviamo ad esempio nell’ormai sempre più citata via De Martini, già oggetto di numerose segnalazioni presentate da Fratelli d’Italia Sassari Audax, che ha visto l’inizio dei lavori di ripristino del manto stradale e poi interrotti. Oppure la scarsissima illuminazione e segnaletica nel trafficato tratto di strada davanti al centro commerciale Tanit, teatro di alcuni investimenti anche recenti, o di via Domenico Millelire tra l’incrocio di Li Punti e l’ingresso per via Monte Tignosu con il pericoloso incrocio con Via De Martini, ancora in attesa di soluzione dopo il passaggio e l’approvazione dell’ordine del giorno in Consiglio comunale nelle settimane precedenti la quarantena”.

“Si chiede – conclude Pedoni – pertanto con ragionevole urgenza, una programmazione di interventi, non più procrastinabili, preceduta da un sovralluogo della commissione lavori pubblici, nei luoghi citati e nelle strade cittadine interessate da situazioni critiche, così da poterne individuare quelle più a rischio e mettere in sicurezza la viabilità di tutto il territorio”.

Condividi questo articolo: