La Regione eroga aiuti per 200 milioni di euro alle imprese sarde

rapina portavalori

Provvedimento a favore delle aziende sarde colpita dal coronavirus

Definitivamente approvata l’istituzione di un fondo da 200 milioni di euro (100 stanziati dalla Regione e il resto dalla BEI, la Banca Europea degli Investimenti) a favore delle realtà produttive della nostra isola colpite dall’epidemia di Covid-19.

Grazie a questo provvedimento le imprese sarde potranno chiedere dei prestiti a tasso zero, che si potranno iniziare a restituire dopo 24 mesi dalla loro stipula per un arco temporale massimo di 15 anni. L’importo massimo erogabile dei contributi sarà di 5 milioni. Ogni azienda potrà chiedere il 25% del fatturato (o del doppio del costo del personale) misurato nel 2019.

Alle aziende dei settori sanità, biomedicina, agroalimentare, costruzioni e servizi per il turismo, verrà riservato il 40% delle risorse complessive rese disponibili, perché sono quelli tra i più colpiti dagli effetti dell’epidemia.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook di Voce Universitaria

commenti