Curcio: “Ottimo operato Regione, nessuna vittima incendio dell’Oristanese”

roghi sardegna

Una situazione drammatica, resa eccezionalmente complessa da condizioni meteoclimatiche in continuo cambiamento. In questa gravissima emergenza, la macchina antincendio della Regione Sarda ha mostrato efficienza e rapidità di azione, che hanno consentito di salvare vite umane.

Il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio, in una breve sosta nella sala operativa di Cagliari, ha usato parole di grande apprezzamento per l’operato della Regione nella gestione dell’emergenza. Un modello, ha detto, che sarà utile per le future riflessioni sull’approccio ad altre situazioni di crisi. L’organizzazione della Sardegna, ha detto, non è stata soltanto in grado di mettere in campo un grande spiegamento di forze a terra e di velivoli, ma ha anche attuato scelte tempestive che hanno consentito di salvaguardare vite umane. Il Presidente Draghi segue con estrema attenzione l’evolversi della situazione, ha aggiunto Curcio, che ha anche sottolineato la rapidità nell’avvio delle procedure che consentiranno una immediata erogazione dei ristori.

E proprio sui sostegni per una immediata ripresa si è soffermato ancora una volta il Presidente della Regione Christian Solinas, che dalla sala operativa della Protezione Civile regionale continua a seguire ogni fase delle operazioni.

Ora, dice il Presidente Solinas, viene il momento di quantificare il danno e soprattutto programmare la ripresa, per consentire alle famiglie, alle aziende, ai nostri allevatori di ripartire. La sensibilità mostrata dal Presidente Draghi, ha aggiunto, è particolarmente apprezzabile e dimostra come la sinergia tra le Istituzioni sia fondamentale per uscire al più presto dall’emergenza. Teniamo alta la guardia, perchè il pericolo non è passato, aggiunge il Presidente Solinas, ma desidero fin da ora ringraziare tutti coloro, dai Sindaci agli operatori ai volontari, che si sono impegnati con grande generosità in questi giorni drammatici, che hanno ferito profondamente la nostra terra.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.iltamburino.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326