Sassari. Dettori: “Inaccettabili i disservizi idrici creati da Enas”

sassari acqua luglio 2020

“La città di Sassari si prepara ad affrontare un’altra emergenza. Questa volta, così come avvenuto a Dicembre, un’emergenza idrica, con la non sottile differenza che ci troviamo in piena estate ed in piena fase 2 COVID. Non è più accettabile che dall’oggi al domani una città di 130mila abitanti si trovi a dover affrontare disservizi sull’approvvigionamento idrico senza avere certezze sul ripristino dello stesso”. Marco Dettori, consigliere comunale di Futuro Comune, punta il dito contro l’Ente che gestisce le acque in Sardegna, dopo l’ennesimo problema verificatosi in città.

“Quasi sicuramente – evidenziadovremo affrontare giorni molto pesanti, poiché il problema sulla condotta Enas non è stato ancora risolto. E se fino ad oggi il disservizio era prevalentemente circoscritto ad alcuni quartieri, pare che l’emergenza idrica colpirà tutto il territorio cittadino”.

“Auspico che gli enti preposti si attivino in tempi brevissimi per far luce sull’ennesimo schiaffo alla città. Se vi sono delle responsabilità è bene che queste emergano in tutta la loro interezza. E se qualcuno ha sbagliato, è giusto che paghi. Poiché fino ad ora gli unici ad aver pagato, sono stati proprio i cittadini. Penso agli anziani, ai disabili, a coloro i quali avranno difficoltà nel recarsi presso le autocisterne messe a disposizione da Abbanoa. Nei prossimi giorni – conclude Dettori – protocollerò un’iniziativa Consiliare: il tema è davvero troppo delicato“.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti