Zoffili (Lega): “Un rischio trasferire i migranti asintomatici negli ospedali”

lega sardegna ricorsi respinti tar

“Lo Stato chiede di spostare i positivi asintomantici di Monastir in strutture pubbliche della Sardegna, noi chiediamo al ministro dell’Interno Lamorgese di intervenire e che lo Stato non riversi questa situazione sulla sanità regionale che già soffre. La situazione è ingestibile, il ministro venga in Sardegna“. È l’appello che lancia Eugenio Zoffili, deputato e commissario regionale della Lega in Sardegna, Presidente del Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol e di controllo e vigilanza in materia di immigrazione, che due settimane fa è già intervenuto quando ci sono stati i primi casi di migranti risultati positivi al test coronavirus.

Nel centro di accoglienza di Monastir sono presenti 14 migranti algerini, che sono risultati positivi al Covid-19. Nella giornata di oggi, la Prefettura di Cagliari ha inviato una lettera all’assessorato alla Sanità, chiedendo che il sistema sanitario regionale si prenda carico dei migranti asintomatici. La procedura adottata da marzo vuole invece che i positivi asintomatici vengano tenuti in isolamento domiciliare.

“Trasferire i migranti nelle strutture – conclude Zoffili – è un rischio per la salute dei cittadini sardi, devono rimanere a Monastir, inoltre Lamorgese deve fare di tutto per fermare gli sbarchi dall’Algeria. Lo Stato invii medici militari nella struttura di Monastir per curare queste persone”.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook di Voce Universitaria

commenti