Matrimoni e certificato verde, tutte le regole da seguire

sposalizio in sardegna

Da questa settimana sono permessi di nuovo i matrimoni e le relative cerimonie. Il Governo ha stilato un protocollo con le regole da seguire, approvato dal Comitato Tecnico Scientifico

Sarà obbligatorio per tutti i presenti, compresi gli sposi, avere il certificato verde, che dimostri l’avvenuta vaccinazione, anche solo di una dose, fatta almeno da 15 giorni, o l’esser guariti dal Covid oppure la negatività a un tampone per Covid-19 effettuato entro le 48 ore precedenti alla cerimonia.

Non c’è un limite al numero degli invitati, però bisognerà tenere conto della grandezza della struttura dove si è deciso di fare il ricevimento.

Rimane l’obbligo di mascherine, di distanziamento fisico e di igienizzazione. All’arrivo a tutti deve essere misurata la temperatura e risultare inferiore ai 37,5 °C. Misure che devono seguire anche gli sposi. La mascherina andrà indossata sia negli spazi interni sia in quelli esterni, qualora non sia possibile mantenere una distanza di almeno un metro tra le persone.

Anche il personale di servizio (camerieri e baristi) e i fotografi devono rispettare le stesse precauzioni degli invitati, perciò avranno l’obbligo di utilizzare la mascherina e procedere a una frequente igiene delle mani con il gel igienizzante messo a disposizione della struttura.

Le disposizioni ministeriali non prevedono l’obbligatorietà di organizzare il ricevimento all’esterno, ma questa soluzione è altamente consigliata. Nel caso in cui non fosse possibile tenere il pranzo all’aperto, il ministero invita ad ad arieggiare spesso gli ambienti interni.

La distanza tra i tavoli deve essere di almeno due metri ed è consigliato, se lo spazio lo concede, di aumentare il distanziamento e portarlo a un minimo di due metri e mezzo. Chi organizza il ricevimento deve garantire il distanziamento tra un invitato e l’altro, seduti allo stesso tavolo, di almeno un metro, a meno che i presenti allo stesso non siano tutti conviventi. Non ci può essere nessun buffet self service, ma le pietanze devono essere portate ai tavoli solo dai camerieri.

Nel caso di presenza di gruppi musicali, deve essere garantita la distanza di minimo tre metri tra il palco e il pubblico.

Si potrà ballare sia all’esterno che all’interno, ma in quest’ultimo caso sono consentiti solo balli dove si mantenga il distanziamento minimo di due metri quadri a persona e garantendo il continuo ricambio d’aria.

Alla fine della cerimonia non si potranno prendere le bomboniere da un cesto comune, saranno invece gli sposi a consegnare la bomboniera agli invitati dopo aver utilizzato igienizzanti per le mani

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.iltamburino.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326