Rizzu (Sardegna Civica): “Chiesti gli atti dell’appalto sui rifiuti”

raccolta differenziata

Pochi giorni ancora e il servizio di raccolta dei rifiuti entrerà a regime, servizio che è in capo all’ATI (Ambiente Italia SRL – Gesenu SpA e Formula Ambiente SpA) che ha vinto l’aggiudicazione del più importante appalto del comune di Sassari (150 milioni di euro circa). Il consigliere comunale Massimo Rizzu ha depositato la richiesta di accesso agli atti relativi al servizio di raccolta.

“Essendo ormai giunti al termine del periodo transitorio – scrive Rizzu, capogruppo di Sardegna Civica – e viste le molteplici inadempienze dell’ATI, ho ritenuto di dover acquisire tutti gli atti per svolgere appieno la funzione di controllo, che è un diritto e dovere di ogni singolo consigliere comunale. Ritengo, infatti, che i cittadini non possano più subire, visti i costi del servizio, i continui disservizi legati alla raccolta dei rifiuti e allo spazzamento; come, ad esempio, i cassonetti collocati privi di inserzioni e pedale , quindi non conformi al capitolato e che devono essere sostituiti o modificati”.

“Molti cittadini lamentano problemi legati anche alla raccolta porta a porta nelle zone previste, problemi che riguardano soprattutto il mancato ritiro nei giorni prestabiliti, cassonetti sporchi e privi di pedaliera per agevolare l’apertura, fori che consentano di conferire singolarmente i rifiuti. Appena acquisirò gli atti – conclude Rizzu – sarà mia cura verificare l’entità dell’inadempienza e chiedere l’applicazione della relativa sanzione”.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.iltamburino.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326