Andria: “Fondi PNRR, una grande opportunità da non perdere per Sassari”

ordinanza sindaco sassari coronavirus 12 marzo

Il consigliere comunale di Sassari, Mariolino Andria, ha sottolineato l’importanza dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la città e ha chiesto con un’interpellanza quale organizzazione sia stata predisposta per supportare sia la Direzione Generale dell’ente locale che l’organizzazione di vertice della Rete Metropolitana affinché Sassari, seconda città della Sardegna, ne possa usufruire.

“Sono già stati pubblicati – ha affermato Andria – da parte dei Ministeri competenti dei Bandi a valere sui Fondi del PNRR dedicati anche agli Enti Locali, alle Città Metropolitane e finanche alla Rete Metropolitana, nei vari settori che incidono positivamente sull’abitare, sui servizi materiali e immateriali e su tutte quelle iniziative utili all’obiettivo della Transizione Energetica e alla sostenibilità, indipendentemente da accordi e indirizzi regionali. Sarebbe utile verificare e conoscere in che stato si trova la progettualità e su quali settori si intende puntare anche in sinergia con soggetti terzi”.

Per partecipare ai bandi, ricorda il consigliere, c’è bisogno di una struttura e macrostruttura amministrativa comunale che prepari i progetti, ma che ora è “sottodimensionata e carente: anche per la necessità di figure dirigenziali necessarie per diversi settori tutt’ora gestiti in emergenza. Il sottodimensionamento che la carenza di dirigenti incide negativamente sulla capacità di spesa dei fondi assegnati a questa amministrazione: si cita come esempio il forte ritardo sull’utilizzo dei Fondi Jessica, sui Fondi ITI Sassari Storica e altri. A fronte degli originari Accordi di Programma dovevano essere spesi e rendicontati già entro il 2019. Ovvero le opere e le azioni – per tale periodo – dovevano essere terminate fruibili e tangibili, mentre ancora non sono neanche iniziate le opere nel Vecchio Mercato Civico e sono ancora in corso i Bandi per le diverse azioni. Lo stesso Palaserradimigni, dotato dei fondi già nel 2016 attraverso il Banco di Sardegna per la “riqualificazione urbana area Sportiva Polivalente del Palasport Roberta Serradimigni” è ancora in fase di ristrutturazione in ragione di questa prima assegnazione delle risorse avvenuta quindi ben cinque anni or sono”.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti