Concerto “Tentazioni di Natale” dei Tazenda all’Università di Sassari

concerto

Il concerto si aprirà con i saluti del Magnifico Rettore professor Gavino Mariotti. Si tratta del primo evento ufficiale promosso dal nuovo Rettore, in carica dal 7 dicembre.

L’Università degli Studi di Sassari e i Tazenda organizzano il concerto “Tentazioni di Natale” per augurare buone feste alla comunità universitaria, alla cittadinanza e alla Sardegna. L’evento si terrà a porte chiuse sabato 19 dicembre nell’Aula Magna di piazza Università e sarà trasmesso live alle 21.30 sui canali ufficiali Youtube e Facebook dei Tazenda e in tv su Videolina 4 al canale 601 del digitale terrestre.

L’Università di Sassari in questo modo vuole dare un segno di solidarietà a supporto del mondo della musica e delle arti tutte, una componente irrinunciabile della società, che è particolarmente penalizzata in questi mesi di pandemia.

Nell’Aula Magna necessariamente vuota per via delle normative anti-Covid, Gigi Camedda, Gino Marielli e Nicola Nite riproporranno in versione acustica, più sussurrata, i successi che li hanno resi famosi e interpreteranno alcune cover.

Nel 2019 era stata sempre la città di Sassari a ospitare l’ultimo concerto dell’anno dei Tazenda, nella notte di Capodanno in una piazza d’Italia gremita, con presupposti sicuramente diversi. E’ passato solo un anno da allora ma tutto è cambiato. L’esibizione all’Università sarà un viaggio del cuore attraverso la memoria e il tempo, nonché un tributo a tutti coloro che hanno contribuito a rendere la Sardegna una fonte di musica riconoscibile in tutto il pianeta. La particolarità della situazione che stiamo vivendo imporrà una forzata distanza, ma proprio da questo contesto difficile si è voluto trarre spunto per offrire al pubblico le “tentazioni”, uno spettacolo inedito e diverso dal solito. I Tazenda si racconteranno con aneddoti, canzoni e storie, ricordando episodi della propria infanzia, dell’adolescenza e della vita di musicisti adulti che hanno apprezzato e ascoltato altri musicisti e artisti sardi. Sarà un modo per donare agli spettatori, seppur attraverso uno schermo, un bene immateriale molto importante e purtroppo spesso negato in questo anno complicato.

Lo spettacolo è prodotto dalla Tazenda Coop. in collaborazione con il Dromos Festival e l’Università di Sassari, con il sostegno della Regione Sardegna.

Collaborano alla manifestazione gli studenti e le studentesse del Laboratorio RadioTv dell’Università, che documenteranno l’evento con riprese e fotografie. L’Università rilancerà il live sui propri canali social e sul sito www.uniss.it.

Condividi questo articolo:

Commenta l'articolo sulla pagina Facebook del Tamburino Sardo

commenti


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.iltamburino.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326