rapina portavalori

Il Presidente del Consiglio Regionale Michele Pais interviene a seguito dell’ennesimo atto di criminalità nell’isola, accaduto in Baronia, con il tentativo di rapina a un furgone portavalori.

“Le Istituzioni devono reagire con forza di fronte a questo ennesimo atto di criminalità che ha colpito la nostra isola – dichiara – ed esprimo a nome dell’intero Consiglio regionale la totale solidarietà alle Guardie Giurate che hanno sventato il tentativo di rapina armata al furgone portavalori”.

“Quotidianamente le Guardie Giurate prestano un servizio che spesso mette a rischio le loro vite e dobbiamo riconoscere e tutelare una maggior sicurezza per loro come per tutti i cittadini sardi”.

“Sicurezza – prosegue – che tutte le Istituzioni, unitamente alle Forze dell’ordine che già svolgono un lavoro egregio, devono garantire e potenziare sul territorio al fine di poter presidiare maggiormente le zone interne della Sardegna, spesso teatro di azioni di criminalità o di veri e propri fenomeni di neo-banditismo”.

“Sono indispensabili anche interventi sul sociale – sottolinea il Presidente del Consiglio regionale – potenziando il Terzo settore ed il mondo dell’associazionismo isolano soprattutto nelle zone interne, perché è necessaria una rivoluzione culturale tesa a sviluppare il senso civico e di legalità”.

“La lotta alla criminalità ed al neo-banditismo deve coinvolgere tutto il Consiglio regionale e la Giunta con politiche tese alla lotta allo spopolamento ed alla disoccupazione, intervenendo, come peraltro si sta facendo energicamente carico il Presidente Solinas, su tutte le vertenze che investono molte categorie di lavoratori”.

“Maggiore sicurezza, lavoro, lotta allo spopolamento dei comuni dell’entroterra e coinvolgimento del Terzo settore sul piano sociale e culturale – conclude Pais – dovranno essere le nostre ricette per assicurare a tutto il Popolo sardo un futuro migliore per sradicare ogni fenomeno di criminalità”.

Condividi questo articolo: