Edilizia residenziale pubblica: 17 milioni per la manutenzione straordinaria

sardegna edilizia residenziale fondi

Nuovi fondi per l’edilizia residenziale

“Cerchiamo di dare risposte concrete al disagio strutturale che, specie nelle grandi città, interessa gli alloggi di edilizia residenziale pubblica non solo in termini di disponibilità numerica, quanto in termini di condizioni delle infrastrutture. La volontà di questa Giunta di mettere a disposizione 17 milioni totali (di cui 3 da fondi ministeriali e 14 di risorse Area) punta proprio a dare una risposta in questo senso. Si tratta infatti di risorse destinate alla manutenzione straordinaria degli alloggi in diversi Comuni della Sardegna”. Così l’assessore dei Lavori Pubblici Roberto Frongia in merito alle due delibere approvate dalla Giunta Solinas.

La prima stabilisce il riparto delle risorse (circa 3 milioni) relative al programma di recupero e razionalizzazione degli immobili e degli alloggi Erp di proprietà dei Comuni e di Area, che potranno quindi prevedere interventi di recupero e manutenzione degli stabili. Con la seconda delibera invece la Giunta ha approvato il piano di Area per il reinvestimento dei proventi derivanti dai canoni di locazione e vendita (circa 14 milioni), passo necessario per consentire all’agenzia regionale per l’edilizia abitativa di avviare il programma degli interventi di manutenzione negli immobili e alloggi di proprietà.

“L’aumento delle famiglie in condizione di povertà, che sono normalmente coloro che vivono in una situazione di emergenza abitativa, deve spingerci a dare risposte concrete e studiare politiche di sviluppo che siano di sostegno ai quartieri periferici e alle condizioni di forte disagio economico. L’approvazione di programmi di intervento che consentano la manutenzione di edifici ormai datati va incontro alle esigenze di una fetta di popolazione che ha bisogno di sostegno da parte delle Istituzioni”, ha concluso Frongia.

Nello specifico delle risorse ministeriali destinate ai Comuni e ad Area, a fronte della popolazione residente in ciascun Comune, del fabbisogno e del numero di famiglie in affitto, l’assessorato dei Lavori Pubblici ha proposto alla Giunta i criteri e la ripartizione delle risorse, poi approvati. Figurano tra i 19 beneficiari i Comuni di Cagliari, Sassari, Nuoro, Oristano, Alghero, Olbia, Iglesias, Quartu e Tempio, oltre a Carbonia, Macomer, Monserrato, Ozieri, Porto Torres, Arbus (Area CA), Sant’Antioco (Area CI), Fonni (Area NU), Flussio (Area OR), Calangianus (Area SS).

In merito alla gestione di Area l’Assessore rende noto come sia già stato predisposto un report sull’attività dell’Ente, ritenuto strategico e centrale dell’attività dell’Assessorato per i prossimi cinque anni.

Condividi questo articolo: